Calze

Costituiscono oggi il più grosso problema del vestiario femminile. Il reggicalze è datato, improponibile, sa irrimediabilmente di baldracca. Può essere utilizzato per fare un po’ di teatro, ma è impraticabile come indumento d’uso comune e quotidiano. Le autoreggenti sono volgari.
Il collant è mortale. Sconcia la perfetta simmetria del bikini, è antiestetico in quella riga che taglia a metà, repellente nella pecetta sul cavallo. Ma soprattutto “chiude”, impedisce allo sguardo e alla mano di insinuarsi, che è l’eterno desiderio del maschio davanti a una donna vestita. È la cintura di castità dei tempi moderni. Da che esiste ha fatto inabissare la tensione erotica fra i sessi a livelli vicini allo zero. Gli va attribuita una buona parte di responsabilità nel crollo
delle nascite.

Cerca nel sito
Archivio
Immagine casuale
329
Torna su