Lo sfogo di una femmina 2 – La vendetta

Per un banalissimo diritto di privacy manterremo anonimo il nome della Nostra amica

Amica: complimenti per il sito, davvero raffinato ed originale. Hai visto? Oggi mi è andata di lusso ho addirittura i neuroni funzionanti e riesco anche ad usare il pc tutta sola!

Io (che poi sarei io): wow… non chiamare il medico per così poco:)

Amica: no, pensavo di scrivermelo sul diario…sai un evento così raro…

Io: beh, non è male come idea!

Amica: cavolo!!! sono anche riuscita a pensare!! sto facendo progressi

Io: non ti eccitare troppo all’idea, potrebbe farti male…

Amica: ma… tutti questi luoghi comuni da maschietto frustrato da cosa scaturiscono? aspetta… forse scaturiscono è un vocabolo troppo difficile… uhmmm… diciamo così allora: da dove se ne vengono fuori? Qualcuna a cui sbavavi dietro non te l’ha data?

Io: mmm… puoi pensare così, se ti va…:)

Amica: la mia era una domanda… ho chiesto il perché non era un affermazione

Io: mah, ti dirò… fortunatamente non ho grossi problemi a “farmela dare”, come dici tu… 🙂

Amica: mi fa piacere per te (un po’ meno per quelle poverette) cmq non era questo il punto della domanda… il punto è: perché fare un sito del genere

Io: uhmmm, posso rispondere… perché no? 🙂

Amica: no non puoi perché così non fai altro ce confermare che non hai argomenti al riguardo

Io: 🙂 Le argomentazioni sono tutte sul sito, mi sembra…

Amica: non ho chiesto cosa c’è scritto nel sito… cmq dai fai un piccolo sforzo da uomo con le palle e spiega a me povera FEMMINA ignorante nonché troia

Io: non ti abbattere così… dai…:)

Amica: come immaginavo… solo buono a nasconderti dietro ad un monitor e dietro ad un sito pieno di luoghi comuni da sfigati. Non sei buono neanche di parlare con un essere così “inferiore” (che si vede che poi tanto inferiore non è alla fin fine), sei ridicolo

Io: ti ringrazio per alimentare il mio sito con i tuoi sfoghi:) cmq tranquillizzati, non vale veramente la pena di farsi crescere il fegato così…:)

Amica: bah… non ho parole… davvero non sei capace di sostenere un discorso decente?

Io: giudica tu stessa…:)

Amica: infatti, volevo solo una conferma

Io: non credo che avrei potuto dire qualcosa che ti avrebbe distolto da questo pensiero:)

Amica: beh neanche ci hai provato

Io: a che pro? A me non interessa farti cambiare idea…

Amica: …

Amica: io non volevo cambiare idea volevo solo capire il senso del tuo sito

Io: e ci sei riuscita?

Amica: io te l’ho chiesto e non mi hai risposto

Io: quindi?

Amica: quindi se non volevi parlare potevi anche chiuderla la chat

Io: ma io sto parlando!

Amica: boh… non mi pare che non rispondere significhi parlare…

Io: se sto zitto significa non parlare… se scrivo invece…

Amica: sì ma potresti almeno portare avanti il discorso invece che rispondere così ermeticamente: uno che risponde così è palese che non vuole parlare

Io: potrei… hai detto bene… è tanto bella la libertà di parola, di espressione e di pensiero… io l’adoro… tu?

Amica: io dipende, se per libertà di parola intendiamo insultare gratuitamente delle persone allora non mi piace

Io: amen:)

Amica: ah ecco poi tu sei quello che parla…

Io: amen è una parola… che ci sono parole di serie A e parole di serie B?

Amica: vabbè va parlare con te è come voler spremere sangue da una rapa

Io: a volte…:)

Amica: ho notato

Qui passaano circa dieci minuti, in cui probabilmente la Nostra eroina cerca di ricaricarsi di veleno, dopodiché torna all’attacco…

Amica: posso farti una domanda?

Io: ja

Amica: definisci troia una ragazza che va con più ragazzi… giusto?

Io: c’e’ sul sito l’analisi della troia

Amica: appunto, è da lì che l’ho visto

Io: e allora devi specificare il quadrante…:)

Amica: Il tasso di puttanaggine quantifica la capacità di cambiare partner manifestata da una donna, tue testuali parole

Io: puttanaggine, non troiaggine

Amica: ah ok allora scusa puttana, non troia. Cmq una donna che cambia ragazzo spesso è puttana. Un ragazzo invece? Cos’è?

 

(E poi dicono che non sono invidiose!!!)

 

Io: un puttano?

Amica: un puttano…

Amica: strano perché voi maschietti solitamente lo chiamate: un tipo figo

Io: beh ma anche una puttana di solito è una tipa figa…:)

Amica: a casa mia puttana è dispregiativo e non indice di una ragazza ammirata

Io: a casa mia altamente apprezzativo:)

Amica: beh per te è un termine positivo perché non sei TU che vieni appellato in quel modo

Io: come no! io cambio partner più spesso della più puttana delle puttane!

Amica: qualcuno ti ha mai insultato per questo?

Io: se intendi avermi dato del puttano, sì, ma per me non è un insulto

Amica: beh ma per le donne lo è

Io: e allora? Problemi loro, no?

Amica: e quindi son problemi miei se mi insulti senza neanche conoscermi

Io: ja… 2+2= 4:)

Amica: le donne le ragazze, sono, fanno, dicono… ma chi cazzo sei tu?

Io: il lupo cattivo? 🙂

Amica: tu che ne sai di chi sono io, di cosa faccio come ti permetti di generallizzare?

 

(TI ODIO TI ODIO TI ODIO!)

 

Io: non si può?

Amica: hai incontrato troie nella tua vita? ok mi sta bene perché esistono ma allora sarebbe più giusto tu dicessi: L. è un a troia perché, S. è una troia perché ecc… non LE DONNE SONO TROIE perché in questo modo hai dato della troia anche a tua madre… sai è donna o non te ne eri accorto?

Io: eh lo so… ed è una delle migliori! 😀

Amica: contento tu diavere una madre troia e non lo sto dicendo io sia chiaro, ma tu col tuo sito giusto per intenderci

Io: beh, se fossi nato da un maschio forse sarebbe potuto succedere, ma essendo io nato da una femmina… non potevo che farlo da una troia…

Amica: e già, che soddisfazione essere un figlio di troia…

Io: mah sai com’è, quando si hanno cose che hanno tutti non è che ci si fa poi tanto caso… :))))))

Amica: io fossi in te non riderei e ripasserei la grammatica perché ho visto certi errori da far accapponare la pelle

 

(Effettivamente hanno una capacità fuori del comune di cambiare discorso…)

 

Io: l’importante è che il senso si capisca… e a quanto pare si capisce pure troppo:)

Amica: sai che si capisce? sono ignorante e me ne vanto questo si capisce al volo

Io: chi se ne frega dell’ignoranza quando si sta bene di corpo di mente e di panza (diceva il mi’ povero nonno)

Amica: sai… piccolo consiglio… io su un sito dove rivendico la superiorità dell’uomo eviterei di fare figure di cacca facendo errori da prima elementari tipo i verbi hahaha

 

(E qui capisco che è ora di chiudere, visto che le risate isteriche sono sintomo di escandescenze…)

 

Io: ti prometto che ci starò piu’ attento d’ora in avanti:))))

Amica: naaa non oberare di lavoro il piccolo neurone a tua disposizione… non preoccuparti… tanto gli altri tuoi simili neanche se ne accorgeranno dato che la maggior parte del tempo il vostro unico neurone sta in mezzo alle vostre gambe

Io: la maggior parte? :))))

Amica: volevo essere buona

Io: sei stata cattiva invece…:)

Amica: e già cattiva osservatrice perché ora che mi ci fai pensre ci sta 24 ore su 24

Io: ohhh ora si’ che ci siamo:)

Amica: e tu saresti uno che rivendica la superiorità? hahahahahaha

 

(Ahia, seconda risata isterica…)

 

Io: no, che la esercita

Amica: si nei tuoi sogni forse, oppure sei circondato come credo da esseri monocellulari che tu scambi per donne

Io: ti lascio credere quello che vuoi (te l’avevo detto) 🙂

Amica: io credo ai fatti: fatto 1 sei un figlio di troia

Io: esatto

Amica: fatto 2 sei ignorante come pochi

Io: esatto

Amica: fatto 3 nonsai cosa sia una donna

Io: esatto

Amica: ooo visto? ci è voluto un po’ ma lla fine l’hai capito

Io: ti ho dato ragione:)

Amica: cosa intendi che mi hai dato ragione come ai fessi? hahaha con me non attacca sai?

 

(Terza risata isterica… E’ la fine…)

 

Io: ok:)

Amica: ftt

Io: scusa se ti ho fatto buttare un po’ di veleno, ma mi diverte troppo la cosa… cmq ora devo andare davvero, il lavoro impelle… Grazie ancora per avermi dato altro materiale! Bye bye!

Amica: altro materiale? prova a mettere log e poi te ne accorgi

 

CHE COSA MI FARANNO, SERGENTE? COSA MI FARANNO???

Cerca nel sito
Archivio
Immagine casuale
58
Torna su