Un uomo d’affari (il signor Rossi) deve fare un viaggio di lavoro ed ha bisogno della segretaria (la signorina Gianna), che va pazza di lui. Prendono uno scompartimento in vagone letto, lui nel letto di sotto, lei in quello di sopra. Ad un tratto lei :
“Signor Rossi ho tanto freddo, mi prenderebbe una coperta?”
“Le piacerebbe essere la SIGNORA Rossi per un po’ ?”
“Oh si, sarebbe bello…”
“Allora prenditi quella coperta del cazzo da sola e lasciami dormire!”


Due amici si incontrano dopo 10 anni:
“Mario! Come stai! Era molto che non ci vedevamo”.
” vero Gino, ma ora stai tranquillo che ci vedremo pi spesso, sai da poco tempo abito qui nel tuo stesso palazzo”.
“Bene e come ti trovi?”.
“Una meraviglia, c’ la vista sul mare, aria buona, e sopratutto, te lo dico in confidenza, in questo palazzo ci sono 20 donne, ed io ho fatto del sesso con 19”.
I due continuano a parlare del pi e del meno fino al momento di salutarsi. Gino torna a casa la sera e racconta alla propria moglie
“Sai Luisa chi ho incontrato oggi? Mario, un mio vecchio amico che non vedevo da anni. Abita qui nel nostro stesso palazzo, e si trova benissimo. Mario mi ha fatto una confidenza, mi raccomando per non lo dire a nessuno”.
“Quale confidenza?”.
“Mi ha detto che ha contato 20 donne nel nostro palazzo e che lui ha fatto all’amore con 19. Con una, meno male, non c’ riuscito”.
E la moglie:
“Sai Gino chi deve essere… quella del terzo piano con il bimbo piccolo!”.


Alle 18.30 di sabato un signore sulla cinquantina, accompagnato da una procace venticinquenne, entra in una gioielleria. L’uomo chiede che gli vengano mostrati dei gioielli da regalare alla ragazza. Dopo che il gioielliere ha mostrato il meglio del suo negozio la giovane si innamora letteralmente di un anello che costa al modica cifra di 26 milioni. L’uomo non batte ciglio, e, deciso all’acquisto per soddisfare la voglia della giovane compagna, tira fuori il blocchetto degli assegni. Il gioielliere manifesta il proprio disappunto nel metodo di pagamento, poich a quell’ora del sabato non possibile verificare se l’assegno pu essere onorato e chiede se il facoltoso cinquantenne non pu pagare diversamente. L’uomo dichiara di non possedere carte di credito e di non disporre di tale cifra in contanti, ma propone al gioielliere un affare vantaggioso per entrambi. Far l’assegno per l’intero ammontare del gioiello, lo dar al gioielliere che si terr anche l’anello. Il gioielliere al luned mattina dopo aver verificato la validit dell’assegno, consegner l’anello alla ragazza che passer a prenderlo. Il gioielliere considerando vantaggioso l’affare accetta. Il luned mattina, appena aperta la gioielleria, squilla il telefono, il negoziante risponde:
“Pronto”
e dall’altro capo:
“Buongiorno, sono il signore che sabato pomeriggio venuto per acquistare l’anello da 26 milioni. Bene, faccia pure a meno di telefonare in banca, l’assegno scoperto, e quando arriva la ragazza per ritirare l’anello, le dica che ho passato il più bel week-end della mia vita”


Un bambino chiede alla mamma:
– “mamma, mamma! perché papa’ ha cosi’ pochi capelli?
– “vedi figlio mio, tuo padre ha pochissimi capelli perché pensa molto.”
– “mamma, mamma! e perché tu ne hai cosi’ tanti…???”


Un giorno, tre donne stavano andando in giro e si trovarono inaspettatamente presso un fiume violento ed impetuoso. Dovevano passare dall’altra parte, ma non avevano idea di come farlo. La prima donna pregò Dio dicendo: “Per favore Signore, dammi la forza per attraversare il fiume.”Puff! Dio le diede grandi braccia e forti gambe, cosi potè nuotare attraverso il fiume ed arrivare dall’altra parte in due ore circa, dopo aver rischiato due volte di annegare. Vedendo questo, la seconda donna prego Dio, dicendo: “Per favore Signore, dammi la forza ed i mezzi per attraversare il fiume” Puff! Dio le diede una barca a remi e lei potè remare attraverso il fiume e raggiungere l’altra sponda in un’ora circa, dopo aver rischiato due volte di capovolgersi con la barca. La terza donna aveva visto come erano andate le cose per le altre due, così anché’essa prego Dio dicendo: “Per favore
Signore, dammi la forza, i mezzi e l’intelligenza per attraversare il fiume.” E puff! Dio la trasformo in un uomo. Lui guardò la cartina, camminò lungo la riva e attraversò il fiume a piedi sul ponte trecento metri piu in su.


Un tizio entra in un edificio e prende l’ascensore. Preme il bottone per il quinto piano. Al secondo piano la pi fantastica stupenda magnifica ragazza che abbia mai visto entra e inizia a mettersi in posizioni seducenti contro la parete dell’ascensore. Il tizio non sa pi dove guardare e inizia a diventare nervoso. La donna inizia a slacciarsi i bottoni della camicia e la butta per terra. Poi slaccia il reggiseno e lo butta per terra. A questo punto il tizio nervosissimo.
Lei: “FAMMI SENTIRE UNA VERA DONNA!”.
Ricalmatosi, il tizio si slaccia la camicia, la butta per terra e dice: “Prendi, STIRALA!”.


E’ da due anni che non parlo con mia moglie…
Avete litigato?
No, che non voglio interromperla!


Un signore sale su un tram e chiede al Bigliettaio:
“Scusi, le ceramiche pagano il biglietto???”
“NO!” risponde il Bigliettaio.
Allora l’uomo , rivolgendosi alla moglie che aspettava gi, dice:
“Sali CESSO!!!”


Un poliziotto ferma un’auto per eccesso di velocità. Fa segno di abbassare il finestrino e vede una fantastica bionda: “Patente, prego!”. Lei: “Patente? Cos’?”. Il poliziotto: “E’ quel documento che di solito si tiene nel portafoglio!”. La tipa dopo un attimo capisce e trova la patente. Allora il poliziotto chiede il libretto di circolazione. E la bionda: “Libretto? Cos’?”. E il poliziotto: “Di solito si tiene nel vano portaoggetti”. Dopo un po’ di casino lo trova e lo da’ al poliziotto che le dice: “Attenda, torno subito”. Chiama la centrale per confermare i dati dei documenti. Dopo un po’ dalla centrale un collega gli dice: “Questa donna guida un’auto sportiva rossa?”. “S” E l’altro: “E’ una fantastica bionda?”. “S”.”Allora segui il mio consiglio: restituisci i documenti e calati i pantaloni!”. Il poliziotto protesta, ma alla fine il collega lo convince, torna dalla bionda, le rida’ i documenti e si cala i pantaloni. La tipa guarda in basso ed esclama: “Oh no! Un altro analizzatore di fiato!”.


Una madre mette in guardia la figlia che si deve sposare:
“Guarda che gli uomini sono tutti dei porci. Fidati di me, anche tuo marito si riveler un porco. Se quando state facendo l’amore ti dir di girarti tu non lo fare per nessun motivo!”
La giovane si sposa e va in viaggio di nozze, passano diversi giorni finch il marito gli fa:
“Cara ti prego, e’ ora che tu ti giri!”
“No, mamma mi ha detto di no! Lo sapevo che eri un porco pure tu!”
“Ma dai, girati che non ti succede niente…”
“No e poi no! Porco che non sei altro!”
“Ma amore, un figlio prima o poi lo dovremo fare!”


Prima sera, cena romantica. Alla fine della cena lui la guarda e le dice con aria sognante:
– Cara posso offrirti qualcosa da bere a casa mia? Ti prometto una serata…
Lei lo interrompe dicendo sarcastica:
– Mi vuoi far vedere la collezione di stampe cinesi?
– No – risponde lui – ti prometto una serata di musica e magia!
– MUSICA E MAGIA?
– Si… prima ti trombo e poi sparisci!


Un ragazzetto entra in una farmacia e sottovoce chiede al commesso dei preservativi.
-Che misura?
-Me ne dia di misure assortite.
-Come?
-Si servono a mia sorella che parte per la villeggiatura!


Prima nozze di notte.
Lui, baciandole il collo:
“Ma che buon profumo!”
Lei: “Ho messo una goccia di Chanel Nr. 5!”
Lui, baciandole il seno: “Ma anche qui hai un odore meraviglioso!”
Lei: “Ho messo anche su ogni seno una goccia di Chanel Nr. 5!”
Lui, baciandole il sesso: “Ma anche qui hai un odore…!”
Lei: “E’ la mia topina!”
Lui:” E’ MORTA?”


“Cara, ho il risultato delle analisi… e in futuro non saremo pi in due”.
“Oh caro, sono incinta?”.
“No, hai il cancro!”.


Una donna si sveglia nel mezzo della notte e si accorge che il marito non e’ a letto con lei. Si alza e, ad un tratto, sente dei singhiozzi provenire dalla cucina. Vi si reca e trova il marito in lacrime.
“Caro, cosa e’ successo?”
“Amore, ricordi venti anni fa cosa successo? Fu proprio il giorno esatto in cui tuo padre si accorse che eri incinta e venne a minacciarmi dicendo che, se non ti avessi sposata, mi avrebbe denunciato per violenza carnale.”
“S caro, ricordo tutto. E allora?”
“Allora, oggi e’ il giorno in cui mi avrebbero rilasciato.”
Sei mai riuscito a toccare la vagina di una donna con le orecchie?
No? Perch sei nato con il casco?


Che il cielo me la mandi buona… ma soprattutto disponibile!


Dopo anni di naufragio in un’isola deserta una nave si avvicina e il capitano, sceso dalla nave, vi trova solo una donna, un bambino e un caprone. Il capitano domanda al bambino: “Come ti chiami?”. E lui: “Robeeeeerto!”.


Con le donne monologo volentieri. Ma il dialogo con me stesso e’ più stimolante.


– “Signorina..sa dirmi cosa mangiano le vergini a colazione?”
– “Non saprei….”
– “Lo immaginavo..”


LEI: “Amore, per quest’anno ho una sorpresa: che ne diresti di una bella “vacanza intelligente”???”
LUI: “………… Mmm…… Cos’è, tu non vieni?”


Due madri si incontrano e incominciano a parlare delle loro rispettive figlie:
“Mia figlia proprio una brava ragazza, frequenta un’ottima compagnia, conosce molta gente generosa e piena di soldi, che le fa mille regali, partecipa a party per gente d’elite… pensi che ha un capoufficio che la porta sempre insieme a lui durante i viaggi di lavoro… anzi ultimamente le ha anche regalato una pelliccia. Insomma, a casa siamo proprio soddisfatti di nostra figlia.”
“Si, anche nostra figlia fa la PUTTANA, solo che noi non ne siamo cos contenti…”


Qual è quella persona che:
sta in strada con qualunque tempo atmosferico;
la dà a tutti senza problemi; ormai 50.000 lire non le bastano;
ti aspetta in piedi per strada mentre arrivi con la macchina …
La benzinaia ! …
Ci ho ripensato, la vigilessa ! …
Ho cambiato idea …. Tua sorella batte sempre lì?


Non vengo da Como per accomodarti,
non vengo da Savona per insavonarti,
non vengo da Arezzo per accarezzarti,
non vengo da Lecco per leccarti…
IO VENGO DIRETTAMENTE DA CHIAVARI!


Tre bambine stanno discutendo sul modo per capire se un bambino le attrae o no.
La prima dice: “Io butto la monetina. Se viene testa mi piace, se viene croce no.”
La seconda dice: “Io lancio il fazzoletto ricamato. Se cade dalla parte del ricamo mi piace, sen no”.
La terza dice: “Io penso intensamente a lui poi mi levo le mutande e le butto in aria. Se restano attaccate al soffitto mi piace, sen no.”


Un ragazzo di dieci anni e’ seduto in classe, quando la maestra gli chiede:
“Ci sono cinque piccioni appollaiati su uno steccato. Se spari ad uno, quanti ne rimangono ?”.
“Nessuno” – risponde il ragazzo – “Perch gli altri volano via al rumore dello sparo”.
La maestra replica:
“Non e’ la risposta che mi aspettavo, ma e’ una risposta molto buona, mi piace il tuo modo di pensare”.
Il ragazzo dice che anche lui ha una domanda.
“Tre donne sono sedute in una gelateria, ognuna con il suo cono gelato. La prima lo lecca, la seconda lo succhia e la terza lo morde. Quale delle donne e’ sposata ?”.
La maestra, frustrata, risponde:
“Quella che lo lecca…”.
“No” – dice il ragazzo – “e’ quella con la fede, ma mi piace il tuo modo di pensare…”.


Un parroco (P) chiama il pretino giovane (G) e gli dice :
(P) Senti, siamo alla vigilia di Pasqua, c’e’ un sacco di gente che viene a confessarsi e tu devi darmi una mano.
(G) – Ma io non ho mai confessato nessuno, non sono pratico, non saprei che punizioni dare ….
(P) – Via, poche storie, ti dar un manualetto dove potrai trovare la penitenza da dare per ogni peccato. Al che, fattosi convinto, il prete giovane entra in confessionale. La prima peccatrice
(D) comincia : (D) – Padre, ho peccato nella carne … Sono uscita con un uomo sposato e l’ho baciato… Il prete cerca nel libricino, bacio … bacio… eccolo qua…
(G) – Per purificarti dovrai dire 2 Ave Maria e tre Gloria.
(D) – Padre, per il mio bacio l’ha scaldato e mi ha toccata l…. Il prete sfoglia il libricino, toccata… toccata … eccola qui…
(G) – Per mondarti di questo peccato, tre Padre Nostro e sei Ave Maria.
(D) – Padre, per toccandomi mi sono eccitata io e quindi … gli ho fatto un pompino…
Il prete tutto sudato sfoglia il libretto, pompino … pompino… niente! Allora apre la porta del confessionale e rivolto al parroco che e’ nel confessionale dall’altra parte della chiesa:
(G) – PADRE, QUANTO DIAMO PER UN POMPINO?
(P) – Beh, se e’ fatto bene anche cinquantamila!


Due cani dal veterinario.
Il primo, pimpante, chiede al secondo: che cosa ci fai qui?
– Sono qui perche devo essere castrato.
– E come mai?
– Io sono un cane molto macho, un sangue caldo. Un giorno siamo in un supermercato e mi passa davanti una barboncina, di quelle tutte depilate. La troia! Non c’ho piu visto e ho cominciato a rincorrerla. Prima di farmela abbiamo rovesciato 4 scaffali, una pila di barattoli e 20 casse di birra. Il mio padrone ha dovuto pagare tutti i danni. E cosi mi ha minacciato che la prossima volta mi fa castrare.
– E poi?
– Tempo dopo siamo fermi ad un semaforo rosso, a piedi. Dall’altra parte della strada una San Bernarda mi fa l’occhiolino, ma io faccio finta di niente. Allora la troia mi incita con un Wof Wof. Io non c’ho piu visto. Sono Partito a razzo con il rosso, il padrone attaccato al guinzaglio e finito in strada con me, poi sotto ad una macchina. Un autobus per evitarci e finito nella cristalleria difronte. Ed eccomi qui per essere castrato.
-Ma guarda anche a me e successa una cosa simile. Stavo sul mio tappeto preferito. Un caldo tremendo, una giornata superafosa. La mia padrona esce dalla doccia solo con l’asciugamano. Mi passa accanto, le cade l’asciugamano, si piega per raccoglierlo. Non lo so, sara stato il caldo, insomma le son saltato sopra e me la sono fatta.
– Ma… ti sei fatto la tua padrona????
– Si, e ripetutamente!
– Allora anche tu sei qui per essere castrato?
– Oh no. A me tagliano solo le unghie!


Un parroco ed il suo sagrestano osservano il passare della gente davanti alla chiesa. Ad un certo punto il parroco fa:
– Vedi quella mora? Me la sono fatta tante volte !
– Il sagrestano – Anché’io !
– Il parroco – E quella bionda ? Sapessi che giochetti sa fare…
– Il sagrestano – Lo so, lo so… l’ho usata ieri sera!
– Senti – fa il prete – non e’ bello parlare di queste cose! Facciamo cosi: ogni volta che vediamo passare una bella donna con la quale abbiamo fatto l’amore anzi no, una donna che abbiamo usato, schiocchiamo le dita, d’accordo?
Passa una signora elegante…
Il parroco – Tlac – Il sagrestano – Tlac
Passa una ragazza bellissima… Il parroco – Tlac – Il sagrestano – Tlac –
Va avanti cos per un po’ fino a quando il sacerdote dice: – Senti, tagliamo la testa al toro! Io le donne di questo paese me le sono fatte tutte tranne mia madre e mia sorella…
– Ed il sagrestano…- TLAC, TLAC !


– “Papà, ho visto la gatta con un uccello in bocca…”.
“Si vede che meno schizzinosa di tua madre!”.


Una coppia sta facendo l’amore. Lei:
“Che bello che ti sei messo il preservativo con i rilievi!”.
Lui: “Guarda che sono senza preservativo, solo che sei cos brutta che mi venuta la pelle d’oca al cazzo…”


Una donna insegue il camion della nettezza urbana gridando “sono in ritardo per l’immondizia?” e l’autista risponde”no, salta dentro!”


Lui: “Vuoi un po’ di torrone?”.
Lei: “E’ molto duro?”.
Lui: “S, ma prima mangiamo il torrone!”.


In una bella giornata di sole un contadino riceve la visita di un rappresentante di apparecchi automatici che gli dice: “Vede questa macchina, raccoglie le olive, sbuccia le olive, snocciola le olive, le preme, filtra il succo, lo imbottiglia, etichetta il tutto, chiude la bottiglia et voil da questa parte in meno che non si dica esce la bottiglia pronta per essere venduta. Allora cosa ne pensa?”.
Il contadino: “hmmmmm, ma li fa li bucchini?”.
Il venditore: “No forse lei non ha capito; questa macchina innovativa, vede questa macchina, completamente in automatico, raccoglie le olive, sbuccia le olive, snocciola le olive, le preme, filtra il succo, lo imbottiglia, etichetta il tutto, chiude la bottiglia et voil da questa parte in meno che non si dica esce la bottiglia pronta per essere venduta. Ha capito adesso?”.
“Si, si, ma li fa li bucchini?”.
Il venditore insiste: “Non mi devo essere spiegato bene, all’interno di questa macchina vi un computer sofisticato, per cui questa macchina pu apprendere, ma sempre compiti per la quale stata creata, in particolare, questa macchina… raccoglie le olive, sbuccia le olive, snocciola le olive, le preme, filtra il succo, lo imbottiglia, etichetta il tutto, chiude la bottiglia et voil da questa parte in meno che non si dica esce la bottiglia pronta per essere venduta. Adesso ha capito?”.
“S, s, ho capito, ma li bucchini, li fa?”.
E il venditore spazientito: “Nooooo, le ho detto di nooooo! I bocchini non li fa!”.
E il contadino con voce pacata: ” Ahhh, allora prendo le ragazze dell’anno passato!”.


“Mamma, che cos’è un orgasmo?”. “Che ne so…chiedilo a tuo padre!”.


“Ehi, bella bimba, verresti a letto con me per 10 milioni?”.
“Beh, a pensarci bene, s”.
“E per 50.000 lire?”.
“Ma per chi mi hai preso?”.
“Beh, quello lo abbiamo stabilito prima; ora stiamo contrattando il prezzo!”.


Una bellissima donna entra in un negozio di lusso e paga con un biglietto da 100.000 lire.
La commessa: “Ma e’ falso!”.
E la donna: “Maledetto porco! Mi ha violentata!”.


Una vita senza fica… una vita del cazzo!


Giuro che se avessi un giardino una donna la terrei.



La moglie al marito: “Sai, un po’ di tempo che mi frulla un’idea per la testa…”.
Il marito: “Non ti preoccupare, vedrai che presto o tardi morir di solitudine…”.


Due puttane in tempi di “magra”.
La prima: “Io ho abbassato il prezzo del pompino a 5000 e tu?”.
La seconda: “Ormai, io lo faccio gratis”.
La prima: “Gratis?! Come mai?”.
E la seconda: “Giusto per buttar giù qualcosa di caldo”.


“Caro, preferisci le donne ricche o intelligenti?” .
“Nessuna delle due, cara, preferisco cos come sei!”


Sognavo di entrare in Marina, ma lei non voleva.


Due manager discutono di come scegliere la segretaria e uno dei due dice di avere un metodo speciale tutto suo:
“Io la ricevo in ufficio e le faccio trovare per terra un biglietto da 100.000 lire; poi con una scusa mi allontano e osservo quello che succede. La loro reazione e’ molto istruttiva”.
Dopo qualche tempo si rincontrano e il primo chiede:
“Allora, amico mio, come e’ andata la scelta della segretaria?”.
“Ho fatto come mi hai detto: la prima ha raccolto il biglietto e l’ha messo velocemente nella sua borsetta. La seconda l’ha raccolto e me lo ha consegnato. La terza ha fatto come se niente fosse”.
“E quale hai scelto?” .
“Quella con le tette pi grosse!”.


– Che cos’è uno psichiatra?
– Un tizio che ti fa un sacco di domande costose che tua moglie ti fa gratis…


Un ragazzo innamoratissimo di una ragazza la vuole invitare a casa sua:
– Vieni a casa mi che ti faccio sentire un CD?
– No non posso!
– Ma dai vieni!
– Devo sentire mia madre!
– Ma cosa ti importa?
Dopo ore e ore di tentativi il ragazzo riesce a convincere la ragazza che, per, all’ultimo dice:
– E se il CD non mi piace?
– Ti rivesti e vai a casa…


Prima quando camminavo per strada e vedevo una donna, volevo conoscerla per trombarla… ora, son guarito! quando cammino per strada e vedo una donna voglio trombarla senza conoscerla!


Un giorno Lancillotto era stato invitato ad una festa nel castello di re Artu’; appena vide Ginevra se ne innamor follemente e fece di tutto per invitarla al suo maniero. Un giorno Ginevra arriva al maniero di lancillotto sul suo cavallo bianco.
L. “Ginevra, Ginevra, mia adorata, finalmente sei arrivata al mio castello”
G. “S, mio amato Lancillotto, son qui”, Ginevra scende da cavallo e casca per terra.
L. “Ginevra, mio amore, ti sei fatta male?”
G. “No, no non nulla!”
L. “Chi e’ stato? Chi stato a non aiutare la mia Ginevra a scendere da cavallo affinch non cadesse?”
e le guardie “E’ stato lui, lo stalliere!”
L. “Prendetelo ed impiccatelo!”
L. “Vieni mia amata, andiamo nel mio castello” Lancillotto e Ginevra si avviano verso il castello, quando attraversando il ponte levatoio Ginevra inciampa e casca.
L. “Tesoro, amore, ti sei fatta male?”
G. “No no mio amore, non mi sono fatta nulla!”
L. “Chi quell’infame che non ha abbassato bene il ponte levatoio e ha fatto cascare la mia Ginevra?”
Le guardie “E’ stato lui!” indicando la guardia al ponte levatoio
L. “IMPICCATELO!”
L. “Vieni Ginevra, ti faccio vedere il mio castello”.
Girando per il castello, entrano nella sala delle feste, Ginevra inciampa e casca di nuovo.
L. “Ginevra, amore mio, ti sei fatta male?”
G. “No, amore non mi son fatta nulla!”
L. “Chi quel cane che ha messo male le tavole di legno sul pavimento e ha fatto cadere la mia adorata Ginevra?”
“E’ stato lui, il falegname!”
L. “IMPICCATE ANCHE LUI!”
Lancillotto e Ginevra continuano a girare per il castello fino a quando arrivano alla camera da letto e ci rimangono per 3 ore. Alla fine del “zuc zuc gnack gnack” Ginevra si alza dal letto e casca di nuovo.
L. “A Gine’ e che palle, stai sempre per terra!”


A tavola, moglie e marito:
Moglie: Ti servo?
Marito: …a volte…


Una donna, un uomo e un babbuino parlante vanno ad un centro fitness per un po’ di relax. Dopo qualche esercizio, sauna e massaggio, raggiungono il salottino dove una donna dallo stranissimo aspetto le accoglie dicendo:
“Benvenuti nel salottino del nostro centro. Provate il nostro nuovo servizio: uno specchio che, se vi ci specchiate e dite qualcosa di veritiero, realizzer uno dei vostri desideri. Ma attenzione, se direte qualcosa di falso, lo specchio vi risucchier al suo interno per farvi vivere in eterno in un limbo di nulla”.
I tre entrano subito e trovano lo specchio. L’uomo pensa al proprio desiderio e dice:
“Penso di essere il pi intelligente dei tre”
ed improvvisamente ai suoi piedi cadono mazzette di dollari per milioni.
Il babbuino parlante si fa avanti, riflette sul desiderio e dice:
“Penso di essere quello con pi peli dei tre”
ed ecco che dalla terra cresce in un batter d’occhio un immenso albero di banane con in cima una babbuina muta tutta ingrifata.
Eccitata dall’idea di essere altrettanto ricompensata la donna sgomitando raggiunge lo specchio e dice:
“Penso…”.
Immediatamente lo specchio la risucchia.


Un uomo sta camminando lungo una spiaggia californiana quando inciampa in una vecchia lampada. La prende, la strofina ed ecco che esce il genio.
Il genio dice:
“OK, OK. Mi hai liberato dalla lampada, bla bla bla. Questa e’ la quarta volta questo mese e tutti questi desideri incominciano a darmi fastidio. Cosi’ ti puoi scordare i classici tre desideri; ne hai soltanto uno”.
L’uomo si siede e pensa per un po’. Poi dice:
“Ho sempre voluto andare alle Hawaii ma ho paura di volare e soffro di mal di mare. Puoi costruirmi un ponte per le Hawaii cosi’ posso andarci in macchina?”.
Il genio ride e dice:
“E’ impossibile! Pensa alla logistica. Come potrebbero i pali raggiungere i fondali dell’oceano? Pensa a quanto cemento armato ci vorrebbe, quanto acciaio. No, pensa a un altro desiderio”.
L’uomo prova allora a pensare a un altro bel desiderio. Alla fine dice:
“Sono stato sposato e divorziato quattro volte. Le mie mogli dicevano sempre che non prestavo loro attenzione e che sono insensibile. Cosi’ desidero capire le donne… sapere come si sentono dentro e che cosa pensano quando non mi parlano… sapere perch piangono… sapere che cosa vogliono realmente quando dicono “niente”… sapere come farle veramente felici…”
Il genio:
“Quel ponte lo vuoi a due o quattro corsie?”.


Lei esausta: “Caro, non potremmo assumere una cameriera?”
Lui in poltrona: “E che mi sono sposato a fare?”


In Tribunale:
Lei ha visto il suo amico che picchiava la moglie e non intervenuto?!!!
– Ho visto che ce la faceva da solo!!!”


Se il tuo cane sta abbaiando alla porta sul retro e tua moglie sta urlando a quella di fronte, chi fai entrare prima?
Il cane ovviamente: star zitto una volta dentro.


Il figlio chiede al papà:
“Pap! Chi che mi ha dato l’intelligenza?”
E il papà risponde:
“Dev’essere stata tua madre visto che io l’intelligenza ce l’ho ancora…”


Un signore sta camminando per la strada quando, ad un tratto, ferma una giovane donna e le chiede:
“Scusi, se le dicessi che sono rozzo, maleducato, fallocratico, non mi lavo, odio i bambini, bestemmio, rutto e scorreggio, a volte anche contemporaneamente, sono povero in canna, ho il cazzo corto, ho tre denti in bocca di cui uno cariato, ho l’alitosi, diverse malattie veneree, sono stato in carcere per stupro e per rapina, bevo, mi drogo, sono disoccupato, non ho voglia di fare niente, sono violento e iracondo, lei verrebbe a letto con me?”
E la ragazza:
“Ma se ne vada, per piacere!!!!!!!”
“Sapevo di non dover dire che ho il cazzo corto…….”


La moglie: “Se dici un’altra sola parola torno da mia madre!”.
Il marito: “Taxi!”


Una donna entra in un posto per telefonare a sua madre in Australia, ma il costo e’ troppo alto e lei non ha i soldi; allora esclama:
“Come faro’? Non ho abbastanza danaro con me per fare la telefonata. Ma ho bisogno urgente di parlare con mia madre. Sono pronta a fare qualsiasi cosa per telefonare!”.
L’addetto ai telefoni allora le chiede: “Qualsiasi cosa?!”.
“Si’, qualsiasi cosa”.
Allora l’addetto le chiede di seguirlo nel retrobottega, si siede e le ordina: “Inginocchiatevi” e la donna si inginocchia.
“Slacciatemi i pantaloni” e la donna gli slaccia i pantaloni.
“Tiratelo fuori” e la donna lo tira fuori”.
“Tenetelo con tutte e due le mani” e lei lo prende con tutte e due le mani”.
“E ora … via!”.
Allora la donna si avvicina, mette la bocca vicino al pene dell’uomo e dice:
“Allo, maman ?”.


Due donne in un parcheggio stanno affannosamente cercando di aprire la loro Mercedes con una gruccia. Tenta e ritenta non riescono assolutamente a far scattare la serratura ed aprire la portiera. Quella con la gruccia si ferma un attimo per riprendere fiato, quando l’altra, con una certa urgenza, le dice: “Cazzo, sbrigati che sta iniziando a piovere e non ho tirato su la capotte!”


Una donna al supermercato. Squilla il telefonino: “Ah, ciao caro, come facevi a sapere che ero al supermercato?”


Una donna entra in una farmacia chiedendo di poter pesare il piccolo che ha in braccio sulla bilancia per bambini. La farmacista pero’ le dice che la bilancia per bambini e’ rotta, ma le spiega che e’ possibile usare la bilancia da adulti: e’ infatti possibile immaginare il peso del bambino pesando prima la mamma con in braccio il bambino e poi la mamma da sola; dalla differenza dei due pesi deriva il peso del bambino. A questo punto la donna esclama: “No, in questo modo non e’ possibile, perché io sono la zia, non la mamma!”


Una donna entra in biblioteca. Si avvicina al banco e fa: “Vorrei un hamburger e delle patatine”. “Guardi che siamo in una biblioteca!”. “Ops, mi scusi” fa la donna imbarazzata. E poi, sussurrando, “Vorrei un hamburger e delle patatine”.


Una donna mentre cammina si trova lungo la costa di un ampio fiume. Guarda sopra e sotto, ma non trova una via per attraversarlo. Guarda dall’altra sponda e vede un’altra donna e la chiama: “Come posso passare dall’altra parte?”. E l’altra risponde: “Cosa? Tu sei di gi dall’altra parte del fiume!!!”


Un signore con delle orecchie enormi, stanco di sentirsi anormale decide di andare dal chirurgo plastico per eliminare questo suo problema.
Il medico lo visita, e al termine:
– Guardi lei ha delle orecchie troppo grandi non possiamo operare con della semplice chirurgia plastica dovremo fare un trapianto.
Il paziente un pò perplesso ma disperato accetta la proposta del medico. Attende pazientemente un donatore, finché un bel giorno viene chiamato in ospedale. Lo operano e dopo alcuni giorni gli tolgono le bende. Il signore tutto soddisfatto per le sue orecchie nuove se ne torna a casa.
La settimana dopo il medico si vede arrivare in ambulatorio il signore dalle grandi orecchie.
– Buongiorno mi dica c’è qualcosa che non và ?
– Dottore perché mi ha trapiantato le orecchie di una donna ?
Il medico un pò sorpreso:
– Mi scusi ma come a fatto a capire che erano orecchie di un donna ?
– perché sento tutto ma non capisco un cazzo.


Lui: “Cara, ho trovato i biglietti per Placido Domingo”.
Lei: “Che bello, caro. E quanto tempo ci stiamo? Una o due settimane?”


Al buio
C’e’ una coppia sposata da 20 anni…
Ogni volta che vogliono fare l’amore, il marito insiste nel tenere le luci spente.
Dopo 20 anni la moglie ritiene che cio’ sia ridicolo.
Decide quindi di smetterla con questa folle abitudine.
Una sera, nel bel mezzo di una sessione di fuoco, selvaggia e romantica,accende la luce.
Guarda giu’ e… vede il marito che tiene in mano un dispositivo a batterie…. un vibratore, morbido, bellissimo e piu’ grande di un vero membro.
La donna a questo punto da’ in escandescenze.
‘Tu, impotente bastardo!’ grida lei’ Come hai potuto mentirmi per tutti questi anni?
Esigo che tu mi dia una spiegazione!’
Il marito alza la testa, la guarda fisso negli occhi e calmo risponde:
‘Io ti spiego il vibratore… se tu mi spieghi i bambini.’


A una riunione di femministe di tutto il mondo, parla le delegata tedesca:
Un po’ di tempo fa ho detto a mio marito: “Franz, non cucino pi!”. Il primo giorno non ho visto niente di nuovo, il secondo nemmeno, ma il terzo Franz ha preso le salsicce, i crauti e ha cucinato per tutti.
Applausi scroscianti nella sala.
Parla la delegata francese:
Alcuni mesi fa ho detto al mio Jean Paul: “Non far pi il letto!”. Il primo giorno non ho visto niente, nemmeno il secondo, ma il terzo Jean Paul ha rifatto il letto.
Applausi fragorosi.
La delegata americana:
Io ho detto a Johnny: “Non preparer pi la colazione!”. Il primo giorno non ho visto niente, nemmeno il secondo, ma il terzo Johnny ha preso uova, bacon e succo di arancia e ha preparato la colazione per tutti!.
Ovazione!
E’ il turno della delegata italiana: Io ho detto a Carmelo…: “Carmelo non stiro più!” Il primo giorno non ho visto niente, il secondo nemmeno, ma il terzo ho ricominciato a vedere un po’ dall’occhio destro.


Un tizio un po’ alticcio, senza farci caso, entra in un bar di lesbiche, si accomoda, ordina un paio di bicchieri, poi rivolto alla cassiera grida:
-Bambola, la vuoi sapere l’ultima sulle donne?
La tipa vicino a lui, con fare accomodante e voce roca:
-Guarda amico, a parte te, qui sono tutte donne, magari non te ne eri accorto: inoltre la cassiera cintura nera di karat, quella vicino all’entrata campionessa europea di full contact e le altre tre al tavolo in fondo sono olimpioniche di lotta greco romana….. vuoi ancora raccontare la tua barzelletta?
E il tizio:
-….mm no, meglio di no! non ho voglia di spiegarla cinque volte.


Una donna esce dalla doccia e si guarda in uno specchio lamentandosi
con il marito delle ridotte dimensioni del proprio seno.
Il marito la guarda, ci pensa su un attimo e poi le dà un
consiglio: “Se vuoi vedere il tuo seno ingrossarsi, prendi tutti i giorni un
pezzo di carta igienica e sfregatelo sopra al seno per qualche secondo”.
La moglie, un po’ perplessa, strappa un pezzo di carta dal rotolo e inizia a sfregarsi le tette.
Dopo un po’ si rivolge al marito e fa:”Quanto tempo pensi che ci vorrà per ottenere dei risultati?”.
Il marito risponde:”Bè, qualche anno, almeno…”.
La moglie si ferma e girandosi verso di lui domanda: “Ma cosa ti fa pensare che sfregarmi il seno con della carta igienica possa servire a farlo crescere?”.
Il marito: “Bè, sul tuo culo ha funzionato, no?”


In tribunale:
“Papà, Papà, perché questi signori sono vestiti da donna?”
“Sai figliolo… devono parlare molto!”


Come si fa a trasformare un’oca in una tigre?
Basta sposarla!!!


Perché gli uomini scoreggiano più spesso delle donne?
Perché le donne non tengono la bocca chiusa abbastanza a lungo da raggiungere la pressione necessaria.


Paradiso terrestre
Eva, appena creata, viene assalita da un irrefrenabile istinto amoroso e si rivolge ad Adamo cercando soddisfazione.
Adamo ancora inconsapevole del divertimento sessuale la rifiuta e la poverina con un notevole scazzo cerca nel paradiso terrestre soddisfazione
ai suoi bollori.
Ovviamente non c’erano altri uomini e la prima creatura che incontra è un enorme dinosauro. La madre di tutti gli si avvicina ammiccante prova ad
accarezzare il “lucertolone” che la allontana schifato non rispondendo questa ai suoi canoni di bellezza saurina. Eva, furiosa per il rifiuto, lo
schiaffeggia, lo graffia, con uno strattone gli sradica i testicoli e se ne va.
Poco oltre incontra uno scimmione al quale si offre con la massima apertura. Il gorilla vedendola poco pelosa e non della sua razza la rifiuta ed Eva
strappa prima i peli dal culo della scimmia per gettarseli addosso per sembrare più simile ad una “scimmiessa” e, non avendo ottenuto risultati, lo
schiaffeggia e se ne va in lacrime.
Trovato un laghetto si tuffa per raffreddare i bollori e vedendo tanti pesciolini nuotare ne afferra uno e con questo placa i suoi istinti sessuali.
Oggi sappiamo che i dinosauri si sono estinti, che le scimmie hanno il culo senza peli ma non sapremo mai che odore avessero in origine i pesci.


Nell’ospedale, i parenti si erano riuniti nella sala di aspetto, dove un loro congiunto giaceva gravemente ammalato. Finalmente entro un dottore, stanco e adombrato. “Sono spiacente di essere il portatore di brutte notizie” disse guardando le facce preoccupate.
“La sola speranza rimasta per il vostro amato consiste in un trapianto di cervello. E’ una procedura sperimentale, rischiosa ed economicamente e’ totalmente a carico vostro.”
I familiari rimasero seduti ad assorbire le gravi notizie. Dopo un lungo intervallo uno chiese:
“Ma quanto costa un cervello?”.
“Dipende.” rispose il medico. “200 euro un cervello maschile, 5000 uno femminile”.
Il momento di silenzio si prolunga, mentre gli uomini della sala tentano di non ridere ed evitano di guardare negli occhi le donne, anche se qualcuno sorride. Alla fine la curiosita ha pero la meglio e uno dei presenti chiede:
“Ma dottore, perche questa differenza di prezzo?”.
Il dottore sorride a questa domanda innocente e risponde: “E’ solo una logica politica dei prezzi. Abbiamo dovuto abbassare i prezzi dei cervelli maschili perché risultano usati!”.


Diversi uomini ignudi chiacchierano piacevolmente in una sauna, quando all’improvviso un telefonino si mette a suonare… – Pronto, caro, sono davanti ad un negozio di pellicce, hanno un visone magnifico, a un prezzo incredibile… Che dici, lo compro? – OK… comprati il tuo visone. – Oh, grazie amore mio. Ah, sai, passando davanti al concessionario Mercedes ho visto l’ultimo coupe’: interni in pelle, vernice metallizzata… solo 170 milioni. Non voglio abusare della tua gentilezza, ma cosa ne pensi? – Va bene, OK, OK, comprala! – Grazie amore mio. A proposito, ti ricordi il nostro ultimo viaggio in costa azzurra? Ricordi la casa sul promontorio, quella con piscina e campo da tennis? E’ in vendita a soli 700 milioni… e’ un vero affare… – Va bene, compra anche la casa… – Amore mio…e’ il piu’ bel giorno della mia vita! Tu sei meraviglioso, ti amo! A stasera. – A stasera, cara. L’uomo riattacca, sorride soddisfatto, poi alza la mano e, sventolando il telefonino, grida: – DI CHI E’ QUESTO CELLULARE???


Un uomo, tornando a casa, nota di fianco alla strada una profonda buca, all’interno della quale si trova una rana. La rana cerca invano di uscire dalla buca saltando, ma non vi riesce perché la buca e’ troppo profonda. Vedendo passare l’uomo, la rana gli parla: “Ti prego, aiutami ad uscire; in cambio, esaudiro’ tre tuoi desideri.” “D’accordo” risponde l’uomo; e, allungando un braccio, raccoglie la rana e la fa uscire dalla buca. “Grazie” gli replica la rana; “come promesso, sono pronta ad esaudire tre tuoi desideri. C’e’ un particolare, pero’: sei sposato?” “Si'” risponde l’uomo. “In questo caso” gli replica la rana “devo avvertirti che, qualunque cosa tu otterrai da me, tua moglie avra’ 100 volte tanto.” “D’accordo; accetto la condizione”. “Qual’e’ il tuo primo desiderio?” “Voglio essere l’uomo piu’ affascinante della Terra”. “Ti rendi conto di che cosa mi stai chiedendo? Se tu sarai l’uomo piu’ affascinante della Terra, tua moglie diventera’ talmente bella che gli uomini si ammazzeranno, si azzufferanno, si uccideranno per stare con lei!” “Non importa! Io saro’ il piu’ bello di tutti, quindi mia moglie avra’ occhi solo per me.” “OK, desiderio esaudito.” E l’uomo diventa bellissimo. “Qual e’ il tuo secondo desiderio?” continua la rana. “Voglio essere ricchissimo; diciamo che voglio possedere 100 miliardi di Lire.” “Ti ricordo che tua moglie possiedera’ 100 volte tanto, cioe’ 10.000 miliardi di lire”. “Non importa, tanto abbiamo il conto in banca cointestato, quindi divideremo tutto.” “D’accordo, ti esaudisco anche questo.” E i soldi cominciano a fargli gonfiare le tasche e il suo conto in banca cresce a dismisura. “Qual’e’ il tuo terzo e ultimo desiderio?” chiede ancora la rana. L’uomo conclude: “Voglio avere un piccolo, piccolissimo attacco cardiaco….”


Marito e moglie stanno cenando in un ristorante di lusso quando entra una stupenda donna, bionda e sexy, che si avvicina al loro tavolo, saluta l’uomo calorosamente, gli da’ un grosso bacio sulla bocca e se ne va dicendo : “Ci vediamo domani al solito posto”. La moglie e’ scandalizzata: “Ma chi e’ quella?”. E il marito tranquillo: “Niente, cara, e’ la mia amante”. La moglie grida arrabbiatissima: “Porco! Voglio il divorzio!”. “Non c’e’ problema – replica il marito – ma pensaci bene: dopo il divorzio niente cameriera, niente spese in Centro, niente auto sportiva, niente gioielli e niente cene in ristoranti di lusso. Decidipure liberamente”. Mentre sta dicendo cio’ entra nel ristorante un loro amico accompagnato da una bella ragazza, anché’essa vestita elegante e sexy. La moglie allora chiede: “Ma chi e’ quella bella ragazza insieme a Giovanni?”. “E’ la sua amante!” replica il marito. E la moglie: “La nostra e’ meglio!”


Un tizio osserva per un po’ con un sorriso di beatitudine la propria moglie.
– E’ straordinario – le dice – come un bicchierino di Whisky possa darti un’aria così dolce e simpatica…
– Ma io non ho bevuto! – ribatte seccamente la moglie.
– Io si…


Una coppia sta nel letto di domenica mattina, la ragazza si rivolge al ragazzo e gli dice:
– Sai ieri notte ho sognato che c’era un supermercato dove vendevano cazzi, quelli piccoli costavano 100.000, quelli medi 300.000 e quelli grandi mezzo milione.
– Ed il mio come era chiede il ragazzo?
– Da 100.000… – risponde lei.
Lui si rivolge alla ragazza e le dice:
– Sai anché’io ho fatto un sogno simile, c’era un negozio in cui vendevano fiche di varie dimensioni piccole, medie e grandi! E la ragazza:
– E la mia patata c’era?
Il ragazzo:
– Sì, era l’entrata del centro commerciale!


Una casalinga confida all’amica incontrata al mercato le proprie frustazioni:
– Sai, con mio marito non è che poi vada così male, ma lui è sempre svogliato e soprattutto ormai non mi guarda quasi più. Figurati che quando torna a casa la sera, tutto quello che sa dirmi è: “Aò! Che se magna stasera?”.
– Sai, Piera, gli uomini sono tutti un po’ uguali, così infantili e prevedibili. Anché’io avevo il tuo problema, ma sono riuscita a risolverlo in un modo semplicissimo…
– Davvero, Fausta? Ma come? Dimmi tutto, che ci voglio provare anché’io!
– Guarda, comprati un completino nero un po’ “aggressivo” e soprattutto una mascherina nera! Gli apri la porta vestita così e… l’effetto è assicurato!
– Non mi dire! Basta così poco? Beh, provo… tanto per quello che mi costa…
Dopo una settimana, si rivedono al mercato:
– Allora, Piera, come è andata?
– Vuoi proprio saperlo? Beh, è tornato… gli ho aperto la porta e lui mi fa: “A Zorro… che se magna stasera?”


Lei:
– Tesoro… dimmi qualcosa di caldo…
Lui:
– Datte foco!


Una ragazza telefona al suo fidanzato al lavoro:
– Amore sto facendo un puzzle… però non riesco proprio a farlo… ogni pezzo assomiglia all’altro, uffa!!!
– Hai forse un modello? Come è fatto questo puzzle?
– Ma si, sulla scatola c’è un gallo, un gallo rosso… ma non ci riesco!
– Va bene amore, non prendertela, questa sera proviamo assieme a farlo…
La sera i due si trovano, lui guarda la scatola e… SILENZIO…
A quel punto le dice:
– Amore, adesso rimettiamo i corn flakes nella scatola e non ci pensiamo più…


Due amici si incontrano al bar per il consueto aperitivo. Uno dei due nota che l’altro ha le mani tutte sporche di grasso. Incuriosito gli chiede:
– Che cosa hai fatto?
– Ho accompagnato mia moglie alla stazione dei treni perché partiva per le vacanze.
– E perché hai le mani sporche?
– Perché ho accarezzato tutta la locomotiva…


Un giornalista sta facendo una ricerca sui costumi sessuali degli italiani.
Inizia a Palermo e chiede ad un tipico macho palermitano: “Mi scusi, lei che posizione assume quando fa l’amore?”.
“Cacommo quale posizione pigghiu?!?” risponde l’isolano “Quella classica: l’uomo sopra e la fimmuna sotto”.
“E lei cosa ci vede in questa posizione?” chiede l’intervistatore.
“A supremazia dell’uomo su a fimmena” risponde l’uomo.
Seconda tappa a Milano.
L’intervistato e’ il classico commenda milanese.
“Mi scusi: che posizione assume quando fa l’amore?”.
“Beh, mi sembra un classico… il tipico smorzacandele… la donna sopra e l’uomo sotto” risponde il cummenda! “E lei cosa ci vede in questa posizione?”.
“Mah… sicuramente… il massimo guadagno con il minimo sforzo!”.
Terzo intervistato un classico coatto romano. “Mi scusi che posizione assume quando fa l’amore?”.
“E che ce sta’ da dillo: ‘a pecorina!”.
“E lei cosa ci vede in questa posizione?”.
“Beh l’anno scorso cosi’ me so visto tutta ‘a coppa UEFA!”


Padre e figlio davanti ad una edicola:
“Papà, papà, m’accatti o’ topolino?” fà un bambino al padre.
“Ma pecché, nun t’abbasta chella zoccola e’mamm’t?”


Una donna visita per la prima volta la Terra Santa. Va in un ufficio turistico per chiedere delle informazioni sulle strade. Dopo aver udito che ora è possibile andare in auto da Dan a Beersheba, confessa: “Sa, io non avrei mai creduto che Dan e Bersheba fossero dei luoghi. Ho sempre pensato che fossero marito e moglie, come Sodoma e Gomorra”.


Un uomo va da una puttana. Quando lei si è spogliata lui esclama:
“Ma tu non hai peli sulla figa”. “Eh, già…! Tu hai mai visto dell’erba su un’autostrada?”.


Un tizio alla puttana:
“Quanto vuoi per farti frustare?”
“Ma sei pazzo? Vattene via”
“Ma sono disposto a darti anche mezzo milione”
“Ma te ne vuoi andare; io quelle cose non le faccio”
“Ma sono disposto a darti anche 1 milione”
“Ma insomma te ne vuoi andare; io non le faccio quelle cose”
“Ma e se ti dessi 2 milioni?”.
E la puttana un po’ più comprensiva:
“Beh, allora, tanto per sapere… se accetto, per quanto tempo mi frusti?”
E il tizio:
“Finché non mi ridai indietro i soldi”.


Marito e moglie stanno discutendo di come fare per continuare a mandare il figlio all’università visto che ormai le finanze scarseggiano. Dice il marito:
“Senti cara, ormai non ce la facciamo più con i soldi. Io lavoro non ne trovo, ci sarebbe, se sei
disposta, una possibilità, sai, per nostro figlio, pensa, tra un anno sarà medico; dovresti fare la puttana!”.
La moglie prima protesta, ma poi, ripensandoci, per il bene del figlio, accetta. Il marito la porta in macchina sui viali, la lascia lì e resta d’accordo di tornare a prenderla alle 2 del mattino. Alle due puntuale il marito arriva e trova la moglie in preda ad un’eccitazione incontenibile:
“Caro, è andato tutto bene, guarda, in una sola sera 505.000 lire!”.
Il marito: “Oddio amore mio, ma è magnifico, e soprattutto vedo che l’esperienza non ti ha traumatizzata, sono proprio contento … ma scusa, 505.000 lire hai detto, ma chi è che ti ha dato 5.000 lire?”.
E la donna:
“Come chi ? Tutti!”


Un giorno un uomo torna a casa da una dura giornata di lavoro e vede sua moglie che sta facendo le valigie e le chiede cosa stia combinando.
La moglie:
“Mi sto trasferendo a Las Vegas! Ho sentito che lì le prostitute prendono 400 dollari a notte!”
Allora anche l’uomo prende la sua valigia e inizia a prepararla.
La moglie:
“Che cavolo pensi di fare?”
E il marito:
“Vengo con te, voglio solo vedere come riesci a vivere con 800 dollari l’anno!”


La giovane ragazza deve andare al primo appuntamento e la mamma le dà dei consigli:
*Allora senti, se lui ti bacia lascialo fare, se lui ti accarezza va benema se lui ti tocca il seno tu non devi lasciarlo continuare. Devi dirgli “no, sono spine che pungono”. Se poi lui ti tocca tra le gambe non devi farlo continuare. Devi dirgli “no, questo è un forno che brucia”. È tutto chiaro?
*Sì mamma!
Quando lei rientra la mamma è ancora sveglia e aspetta.
*Allora com’è andata?
*Ho seguito i tuoi consigli, mamma.
*Cioè?
*Lui mi ha baciato e io l’ho lasciato fare, mi ha accarezzato e l’ho lasciato fare poi ha toccato il mio seno e gli ho detto “no, sono spine che pungono” poi mi ha toccato tra le gambe e gli ho detto “no, è un forno”che brucia.
*E lui che ha fatto?
*Lui mi ha detto “ho una salsiccia, me la fai cuocere per favore?”. È stato due ore a farla cuocere ma quando l’ho messa in bocca era ancora cruda.


Hanno inventato un nuovo strumento che riduce del 95% il ruomore dell’automobile. Stranamente funziona solo se c’è una donna a bordo. Si chiama nastro adesivo.


Due amici, un ragazzo e una ragazza, si scambiano confidenze.
Lui: “La notte scorsa ho avuto tre orgasmi di fila!”
Lei: “Non e’ nulla: l’altra notte io ne ho avuti piu’ di cento”
Lui: “Mio dio! Il tuo ragazzo sarà stato stremato… Io dopo la terza ero morto…”
Lei: “Ah, tu volevi dire con un ragazzo solo…”


Marito e moglie sposati da alcuni anni: lui passa la sera al bar con gli amici, lei a casa alla TV. Quando lui torna a casa dal bar o è ubriaco o lei dorme già.
La loro vita sentimentale e sessuale è a pezzi.
Una sera lui torna a casa presto, prende in braccio la moglie che guarda la TV e le dice: “Andiamo su”.
Lei protesta: “Ah si’! Dovrei sempre stare qui ad aspettare i tuoi porcicomodi?”.
Lui: “Ma dai, cara, lo sai che ti amo, e’ vero ho sbagliato, ma ora andiamo” e la porta in camera da letto. Le chiede di spogliarsi.
Lei lo fa, incerta ma anche vogliosa dopo mesi di astinenza.
Lui: “Adesso mettiti a testa in giu’ davanti allo specchio e tieniti su con le braccia”.
Lei: “Ma??”.
Lui: “Ti prego, fai come ti dico.
Adesso girati e specchiati, cosi’ capovolta, ora divarica le gambe”.
Lei: “Cosi’??”.
Lui “Perfetto!”. Si avvicina a lei da dietro e guardandola riflessa nello specchio le piazza il mento sulla fessura e le dice:
“Cazzo! Avevano ragione i ragazzi… Starei proprio bene col pizzetto!”


Il figlio chiede alla mamma :”Mamma, mamma, perché le spose si vestono di bianco?” “perché il bianco è il colore della purezza”
Il figlio, non contento, chiede al papà “Papà, papà, perché le spose si vestono di bianco?” “perché il bianco è il colore degli elettrodomestici”


“Cara, stasera non mi vedrai.”
“perché esci?”
“No. T’inculo.”


Ci sono 3 sorelle sarde, 2 veramente fiche e una troppo brutta, ma bruttissima, tipo un piercing ai coglioni.
Il fine settimana vanno sempre nella solita discoteca, le 2 fiche normalmente trombano e il cesso rimane sempre a patata asciutta.
Dopo un po di mesi distrutta da questo,la sorella brutta va in stanza di una delle 2 fiche a chiederle consigli,
“Martinna, non cappisco comme fatte te e Monnicca ogni volta cche andiammo
a ballarre finitte sempre a scopparre… ho capitto che siette bellissimme
ma ci sarrà anche un trucco??”
la sorella le risponde
“Si Marria, effettivammente un trucco c’è: devvi sceglierre il raggazzo che ti piacce, aspetti che si girri di spalle, poi gli vai diettro, gli bussi sulla spalla, dicci il nomme di un fiorre al femminnille, lui si girra, te lo riddicce al maschille e andatte a farre quello che dovette farre”.
Il sabato vanno in discoteca. Martina, una delle due fiche, vede un ragazzo gli va dietro,bussa e gli dice
“Rossa!”
il ragazzo si gira la guarda e le dice
“Rosso!”
e vanno a scopare.
Monica, l’altra fica, sceglie un ragazzo, gli va dietro, bussa e dice
“Margherritta!”
lui si gira la guarda
“Margherritto!”
e vanno dietro la siepe.
Maria che ha seguito le scene, sicura di sé va da un ragazzo, bussa sulla
schiena e dice
“Orchiddea!”
lui si gira la guarda e dice
“Orchiddio!!!!”


Si stima che in media un uomo pronunci 5000 parole al giorno, mentre una donna 7000. Il problema è che al rientro dal lavoro quando io ho finito le mie 5000, mia moglie non ha ancora incominciato le sue 7000.


Dopo che una signora ha dato alla luce il suo bambino il dottore va dal marito che aspetta fuori e con aria seria dice:
“Devo dirle qualcosa a proposito del suo bambino”
“C’e’ qualcosa che non va?” domanda il padre allarmato…
“Suo figlio e’ ermafrodita”
“Cioe’?”
“Significa che suo figlio ha entrambi i sessi , sia quello maschile che quello femminile”
“O mio Dio , ma e’ fantastico ” esclama l’uomo” intende dire sia la fica che il cervello?”


Una donna sta guidando lungo l’autostrada in una tempesta di neve, zigzagando come una pazza. Un pliziotto la ferma, la fa scendere e le chiede spiegazioni sul suo modo di guidare.
“Non sarei mai andata avanti a zig zag se non fossero sbucati di fronte a me tutti quei pini!
Il poliziotto guarda la donna e chiede “Pini? Quali pini?”
Quella si siede al posto di guida e spiega “Allora, stavo guidando in seconda corsia quando all’improvviso un pino appare proprio di fronte a me; allora io sterzo a sinistra. A quel punto mi ritrovo nella corsia di sorpasso, ma anche lì mi appare un pino, così mi butto in prima corsia.
Il poliziotto guarda la donna, l’abitacolo dell’auto e poi di nuovo la donna “Ha per caso provato a spostare l’arbre magic lontano dal parabrezza?!”


Una donna entra in cucina e vede suo marito che si aggira con in mano un ammazzamosche.
Allora chiede: “Cosa stai facendo?”
Marito: “Ammazzo le mosche!”
Moglie: “Come procede?”
Marito: “Ho già ucciso 3 mosche maschi e 2 mosche femmine!”
La moglie un pò stranita dall’affermazione: “Come fai a sapere di che sesso erano?”
Marito: “3 erano sulle lattine della birra e 2 sul telefono!!!”


Una ragazza si lamenta con un’amica:
“E’ incredibile come guidi la gente! Anche oggi ho tamponato tre auto!”


Una coppia di anziani viene intervistata nel corso di una trasmissione televisiva perchè, sposati da 50 anni, non avevano mai litigato. Il presentatore, con grande curiosità, domanda all’anziana:
– Ma, voi, veramente non avete mai litigato in 50 anni?
– No, risponde l’anziana.
– Ma, com’è possibile???, insiste il presentatore.
– Guardi, quando ci siamo sposati mio marito aveva un cavallo a cui teneva moltissimo; era la creatura a cui lui teneva di più in assoluto.
Il giorno delle nostre nozze questo cavallo tirava il nostro calesse; a un certo punto il cavallo inciampò su di un sasso e mio marito gli urlò:
– UNO!
Dopo qualche metro il cavallo inciampò di nuovo e mio marito gli urlò:
– DUE!
Ma la terza volta che il cavallo inciampò, mio marito tirò fuori la pistola e ammazzò la povera creatura; io, impietrita, lo rimproverai: ma perchè hai fatto una cosa del genere??? Lui mi disse:
– UNO!


Un notaio alla vedova: “Nel testamento di suo marito c’è scritto:
‘Ti lascio’ ”
“Ti lascio… che cosa?” domanda la donna, con impazienza. E ilnotaio: “Niente. Dice soltanto
‘Ti lascio’.”


Un uomo si confida con i propri amici:
-Mia moglie ultimamente mi sta facendo preoccupare. Passa le serate di osteria in osteria…
-Perché? Ha il vizio del bere?
-No… c’ha il vizio di venirmi a rompere i coglioni!!!


La moglie sedta accanto al marito che è al volante:
– Caro, a destra, deviandare a destra…. No, non così forte… a sinistra adesso, perchè hai messo la quarta? Ti ho detto di andare adagio !!!
La suocera seduta dietro:
– No, non a sinistra, devi andare a destra !! … La quinta, non ce l’ ha la quinta questa macchina?? E allora che aspetti a usarla???
Esasperato l’ uomo urla alla moglie :
– Allora decidetevi : chi è che guida ?? Tu o tua madre ??


Tra innamorati.
Lui: “Sai che differenza c’è tra te e una nuvola?”
Lei: “No, amore… Che differenza c’è?”
Lui: “Nessuna, se vi levate dai coglioni tutte e due forse esce una bella giornata”


Mia moglie mi ha sposato per fare dispetto ad un uomo. Dopo un anno ho scoperto che quell’uomo ero io.


Due amiche stanno discutendo sui relativi fidanzati:
– “Ah, guarda… il mio ragazzo è un animale… mi tratta come un oggetto, quando facciamo l’amore cerca subito la penetrazione… nemmeno una carezza… un gesto affettuoso!!
Invece cosa fa il tuo durante i preliminari?”
– “Si infila il preservativo…”


L’altra sera sono tornato a casa e ho trovato la mia donna stesa nuda sul divano. Le faccio:
“Ma cara, cosa stai facendo…?”
E lei:
“Mmm caroo voglio fare il calendario!”
Le ho dato una sberla e l’ho attaccata al muro!


Due amici s’incontrano dopo tanto tempo e decidono di pranzare assieme.
“Dai, Mario… mia moglie fa certi pranzetti!”
“Va bene, Davide!”
Durante il pasto Davide chiede alla moglie:
“Amore mio, puoi portare la frutta, tesoro anche i dolci, ah cara, scusa, anche il caffè! Grazie gioia!”
Mario a fine pranzo chiede all’amico:
“Ma da quant’è che sei sposato?”
“Da quindici anni!”
“Eh!!! Caspita!! E come mai la chiami ancora con tutti quei vezzeggiativi?”
Davide si guarda attorno assicurandosi che non ci sia la moglie in giro e risponde:
“Ma stai zitto che non mi ricordo più come cazzo si chiama!!!!”


Un ragazzo e una ragazza si appartano in macchina, lei, molto eccitata gli chiede:
” Senti caro… mettici dentro un dito… che bello adesso due dita…adesso tre… adesso metti tutta la mano… bravo… adesso la mano e tre dita dell’altra… ma sei bravissimo… adesso infila tutte e due le mani… bravo… entra fino ai polsi… e adesso batti le mani caro!!!”.
Lui:
” Ma non ci riesco!”.
Lei:
” Vero che ce l’ho stretta eh?”.


Un giorno Dio creò la terra e vide che era bella.
Poi creò la natura e vide che era bella.
Poi creò il regno animale e vide che era bello.
Poi creò la donna e disse: “Si truccherà!”


Ad una festa una ragazza ed un ragazzo si incontrano e cominciano a parlare. Lei sente che tra di loro c’è un certo feeling. A fine serata lui la invita ad andare a casa sua e lei accetta.
Arrivati sul posto, lui le fa visitare l’appartamento. Lei nota con stupore che nella stanza da letto ci sono diverse mensole (larghe quanto il muro) riempite di pupazzetti di peluche.
Dei piccoli orsetti su quella più bassa, dei pupazzetti di taglia media su quella centrale e peluche enormi sulla mensola più alta.
La ragazza è molto sorpresa di vedere questa strana collezione ed allo stesso tempo ne deduce che il ragazzo deve avere una grande sensibilità e tutto questo le fa molta tenerezza.
A questo punto, lei si gira, lo prende tra le sue braccia, lo bacia e fanno l’amore come ricci durante tutta la notte.
Al mattino, lei si sveglia, lo guarda e gli dice… “allora? Contento?”
Lui ci pensa un attimo, la guarda e le dice…
“non c’è male! Puoi prendere uno dei premi che si trovano sulla mensola centrale…”


La moglie:
“Se dici un’altra sola parola torno da mia madre!”.
Il marito:
“Taxi!”….


Un’attraente giovane fanciulla si imbarca sul volo per NY con un biglietto di classe turistica. Sull’aereo, cercando il suo posto si imbatte nelle poltrone di business. Vedendo che queste sono molto più ampie e comode, decide di sedersi nel primo posto libero. Lo steward controlla il suo biglietto le dice che deve spostarsi in quelli di classe turistica. La donna risponde: “Sono giovane, bionda e carina e resto seduta qui fino a NY.”
Frustrato lo steward raggiunge la cabina di comando e informa il capitano dei problemi con la tipa. Il capitano decide di andare a parlare con lei e nuovamente la informa che il suo posto è in classe turistica. La donna risponde: “Sono giovane, bionda e carina e resto seduta qui fino a NY.”
Il capitano che non sa come comportarsi ritorna in cabina di pilotaggio
per consultarsi col secondo pilota il quale gli dice che sa come risolvere il problema. Si reca dalla tipa, le sussurra qualcosa all’orecchio e questa immediatamente si alza e dice: “Molte grazie!” Abbraccia il secondo pilota e si va a sedere al suo posto in classe turistica. Il capitano e lo steward che stavano osservando allucinati la scena vanno subito a domandare al secondo pilota cosa le abbia detto per convincerla. Il secondo pilota risponde: “Le ho detto che i posti di prima classe non vanno a NY!”


Appena uscita dalla doccia … lei si guarda allo specchio e pensa ad alta voce:
“Che bello sarebbe avere le tette più grosse!!!”.
Lui (che ha sentito) invece di dire “Ma non è vero!” come suo solito, dice “Se vuoi che ti crescano, devi passare un pezzo di carta igienica in mezzo alle tette per alcuni secondi”.
Molto dubbiosa, ma decisa a provare tutto, lei prende un pezzo di carta igienica e se lo passa in mezzo alle tette per alcuni secondi.
Gli chiede
“Ma quanto tempo ci vorrà?”
e lui risponde “Devi farlo tutti i giorni per alcuni anni”.
“Ma davvero credi che passando un pezzo di carta igienica in mezzo alle tette tutti i giorni mi diventeranno più grosse dopo alcuni anni?”
“Se ha funzionato con il culo, perché no?!?”


Una signora sta friggendo due uova per la colazione, quando all’improvviso il marito entra in cucina:
– Attenzione… ATTENZIONE! Mettici un po’ più di olio. INSOMMA! Ne stai cucinando troppe allo stesso momento! TROPPE!! Girale… GIRALE SUBITO, MUOVITI! Abbiamo bisogno di più olio. MALEDIZIONE! Dove possiamo trovare più olio? ATTENTA! Le uova si SBATTONO!! ATTENTA!! ATTENTA!! Non mi ascolti mai quando cucini, MAI! ATTENTA ORA! Girale… girale adesso. ADESSO, RAPIDA! Ma sei pazza? Hai perso la testa? Non ti dimenticare di metterci il sale. Sai che ti dimentichi sempre di mettere il sale. Usa il sale. USA IL SALE, ACCIDENTI! IL SAAALEEEE!!!
La moglie lo guarda inebetita e sorpresa:
– Ma… che ti succede? Credi forse che non sia capace di friggere un paio di uova?
Il marito sorride e risponde con calma:
– No, no, volevo solo mostrarti come ci si sente quando guido l’auto con te vicino…


Ci sono due uomini e una donna che devono essere giustiziati con fucilazione. Tocca al primo uomo. Lo legano a un paletto, gli bendano gli occhi e si preparano i fucili. Poi il generale dice: “Pronti! Caricat! Puntat!” Ma, prima che il comandante finisca di parlare, l’uomo urla: “Terremoto, terremoto!!!” I soldati confusi scappano di qua e di là e l’uomo, approfittando di ciò, si slega e scappa via.
Il generale, molto arrabbiato, ordina ai soldiati di rimettersi alle proprie postazioni. Il primo uomo è scappato ma … pazienza. Ora tocca al secondo uomo. Viene legato e bendato. I soldati intanto preparano i fucili e quindi il generale dice: “Pronti! Caricat! Puntat!” Ma il secondo uomo, prima che aprano il fuoco grida: “Tornado! Tornado!” E i soldati, come prima si confondono e l’uomo, come il primo, ne approfitta, si slega e scappa via. Il generale sempre più scocciato riordina di mettersi alle proprie postazioni e di portare la donna. Allora la donna viene legata e bendata. Preparati i fucili, il generale grida: “Caricat! Puntat!” E la donna: “Fuoco! Fuoco!”


Una ragazza alla madre:
“mamma a me mi piace fare i pompini”
La madre le tira uno schiaffone e dice:
“mortacci tua a 14 anni ancora dici”a me mi”!!!!


Dal ginecologo:
” signora, sua figlia ha il clitoride come il tappo di una bic”
“ah si, lungo e stretto?”
“no, tutto masticato.”


In un laboratorio viene condotto un esperimento unico nel suo genere: un neurone cresciuto in un cervello di una donna viene trapiantato dentro il cervello di un uomo comune.
Il neurone, ripresosi dallo shock del viaggio, arriva nel cervello ospite, si guarda intorno e si rende conto che è in un grande spazio vuoto, dove è tutto buio e c’è un silenzio angosciante.
Preoccupatissimo, chiede timidamente, sottovoce: “Ehi… C’è qualcuno?”
Silenzio!
Sempre più ansioso e spaventato alza il tono: “Iuuhuu! C’è nessuno qui?”
Nessuna risposta. Nessun segno di vita!
Distrutto e tremante, si accascia al suolo e comincia a piangere (classico femminile). “Resterò solo, qui, per il resto della mia vita…”
All’improvviso, un rumore… dei passi… arriva qualcuno… ed è un altro neurone! Emozionatissimo, il poveretto balza in piedi e corre incontro al nuovo arrivo, abbracciandolo commosso.
“Ehi… calmati amico mio, calmati. Che fai qui? E perchè piangi?”
“Io… sono arrivato adesso… pensavo che non ci fosse nessuno e che sarei rimasto solo per sempre…” “Ma che sciocchezza! Stai parlando di un cervello maschile, quindi non troverai nessun’altra comunità più affollata di neuroni di questa! Noi siamo moltissimi, estremamente attivi e con legami stretti stretti e fitti fitti tra tutti noi.”
“Oh… grazie a Dio, che bello! Come sono contento! Ma… allora dove siete tutti? Qui il cranio è vuoto.”
“Oh, nulla di strano, è sempre così: c’è una festa giù dabbasso… Io sono risalito solo per cercare dell’altra birra…”


Oltre alla lunghezza del guinzaglio sapete qual è la differenza tra un cane e la tua consorte?
Il cane ha sempre quell’ aria di chi capisce.


Un ragazzo va a confessarsi dal prete:
– “padre…ho violentato una donna”
– “questo è un peccato grave figliolo”
– “e ho anche bestemmiato…”
– “eh lo so…non stanno mai ferme…”


Un uomo parcheggia in divieto. Si avvicina una vigilessa e gli dice:
“Sarebbero 33 euro!”
E l’altro: “Va bene, sali!”


Il figlio chiede alla mamma :
“Mamma, mamma, perchè le spose si vestono di bianco?”
“Perchè il bianco è il colore della purezza”
Il figlio, non contento, chiede al papà:
“Papà, papà, perchè le spose si vestono di bianco?”
“Perchè il bianco è il colore degli elettrodomestici”


Due amiche s’incontrano:
“Sai, in vacanza ho fatto un corso di golf e siccome sono volatile mi sono fatta il maestro…”
“Si dice volubile…”
“Sì, vabbè, comunque, poi ho fatto un corso di sci nautico e siccome sono volatile mi sono fatta il maestro…”
“Si dice volubile…”
“Sì, sì – ho fatto anche un corso di wind-surf e siccome sono… come si dice?”
“TROIA, SI DICE TROIA!!”


C’è un signore che entra in banca, va allo sportello e dice all’impiegata – salve vorrei depositare un CAZZO di conto in questa MERDA di banca …. – l’impiegata stupita dice “scusi può ripetere?” e il signore “ripeto,vorrei depositare un CAZZO di conto in questa MERDA di banca….” l’impiegata sempre piu incredula chiama il direttore … ” che succede ” dice il direttore,e il signore replica “salve direttore vorrei depositare un cazzo di conto in questa merda di banca ” e subito anche il direttore disse “scusi ma che linguaggio usa ?…. e sentiamo quanto dovrebbe depositare??” e il signore “5 miliardi” e il direttore ” aah.. LE HA DATO FASTIDIO LA TROIA ????”


Una donna sta facendo la spesa al supermercato e prende un litro di latte, una dozzina di uova, un litro di spremuta di arance, un cespo di lattuga romana, un chilo di caffè, ed un mezzo chilo di pancetta affumicata.
Mentre sta scaricando i suoi articoli alla cassa, c’è un uomo in coda
dietro di lei. Guarda le sue scelte e dice: “Secondo me, sei una
single…” La donna, un po’ spaventata, ma anche incuriosita dalla sua
intuizione, guarda i suoi sei articoli. Non vedendo niente diparticolarmente insolito, gli risponde: “E’ assolutamente vero. Ma come fai a saperlo?” E lui guardandola negli occhi risponde: “Perché sei un cesso!!!!”


E’ appena arrivato dalla microsoft, il nuovissimo pc con comandi vocali, che comunica con te, dandoti anche vocalmente, in 21 lingue e in tempo reale, le istruzioni per installare, disinstallare e utilizzare i programmi!
Evelyn Pott, segretaria personale di Bill Gates, ha fatto da collaudatrice al nuovo apparecchio. Ecco qui di seguito la “conversazione” fra lei e il prototipo…
PC: Se vuoi lanciare l’eseguibile, porta il cursore con il mouse sull’icona, e clicca il desktop installato sul drive “c”.
Evelyn: “Ma come cazzo parla questo qui!?”
-Seleziona la 21^ lingua sulla tastiera…
PC: Lei ha appena selezionato, linguaggio: donna… zap… zzzzh….
Per far partire il programma, fai andare la freccina sulla cartelletta che si trova sullo schermo, premi sul coso ovale che hai sul tavolo… rincoglionita!!
Evelyn: “Oh! Così sì che si capisce!!”


Una donna con una vistosa ammaccatura sul tetto dell’abitacolo, va dal carrozziere per un preventivo.
Il carrozziere: “Signorina guardi che può facilmente aggiustare il danno da sé; basta che soffi nel tubo di scappamento con un po’ di energia ed il tettuccio ritorna a posto!”
La donna felice torna a casa, posteggia nel giardino, si sdraia su un materassino dietro l’auto ed inizia a soffiare nello scappamento come una forsennata.
Dopo 10 minuti di sforzi, le si ferma accanto la sua amica: “Ma cosa diavolo stai facendo?!?”
“Come sarebbe a dire cosa sto facendo non vedi il tetto dell’auto?” E spiega all’amica il consiglio del carrozziere.
L’amica guarda l’auto e con fare compassionevole: “Ci credo che poi girano tutte quelle barzellette sulle donne … Cosa cazzo soffi! ? Non vedi che hai lasciato i finestrini abbassati!?”


Da un recente studio si è scoperto che depressione che colpisce gli uomini appenna vanno in pensione e’ causata, in gran parte, dal trovarsi improvvisamente senza niente da fare.
Curiosamente le donne, quando vanno in pensione, non sono affette dallo stesso disturbo: loro sono abituate a non fare un cazzo.


Un marito felice: “Mia moglie finalmente è riuscita ad avere il suo peso ideale!….. 3,5 kg inclusa l’urna”


Una donna entra in un negozio di animali per comprare un cane da guardia, ma il venditore gli spiega che è di moda il coccodrillo da guardia! mostra allora alla cliente diffidente una prova dell’ubbidienza dell’animale:gli ordina di aprire la bocca, ci infila
la mano, gli fa richiudere la bocca e poi riaprire di nuovo, infila il piede, gli fa chiudere la bocca e poi riaprire di nuovo, in fine gli infila il cazzo, gli fa chiudere la bocca ma ha dei problemi a fargliela
riaprire.Con qualche ceffone riesce finalmente a liberarsi dal morso.
Vedendo la donna non del tutto convinta le chiede:
“vuole provare lei?” e quella risponde:
“ok, basta che non mi prende a schiaffi!”


Un tale riceve una telefona dalla polizia: “Venga, abbiamo ritrovato sua moglie!”. “Ah sì? E cosa vi ha detto?”. “Beh, niente”. “Allora vi siete sbagliati, non è mia moglie…”


Una ragazza va da un prete per parlargli: “Padre, io ho comprato due pappagalline. Io volevo insegnargli a parlare, ma loro dicono solo una frase: “Siamo due puttane, siamo due puttane!”. “Che scandalo! Fai cosi’: io ho due pappagalli maschi a cui ho insegnato a pregare e leggere la Bibbia! Li mettiamo vicini cosi’ i miei insegneranno le buone maniere alle tue!”. “Oh grazie, grazie infinite!”. La ragazza porta le pappagalle, le mette vicino a quelli del prete che stavano dicendo il rosario. Le due iniziano: “Siamo due puttane, siamo due puttane!”. E un pappagallo all’altro: “Cosa ti dicevo. A forza di pregare le nostre preghiere sono state esaudite!”.


Un giorno Toni incontra un amico che non vede da tanto tempo: “Peppino, quanto tempo e’… sempre sul motorino, eh?”. “Gia’, e tu che fine hai fatto?”. E Toni: “Adesso faccio l’allevatore, c’ho una fattoria appena fuori citta’. Ma c’hai da fa adesso? Ti porto a vedere una cosa memorabile!”. Cosi’ vanno alla fattoria e l’amico porta Peppino nella stalla dove c’e’ un toro stupendo. Toni si avvicina ad una mucca, le infila una mano nella topa, fino al polso, poi va dal toro e gliela passa strofinandola tutta sul muso. In un attimo il toro da’ in escandescenze, zompa sulla prima mucca e se la tromba di brutto, poi passa sulla seconda e se la ritromba, e cosi’ via per ben 7 mucche di seguito. Peppino e’ veramente esterrefatto e meravigliato. Intanto si e’ fatto tardi e Peppino saluta l’amico, inforca il motorino e torna a casa. Entra, va in camera da letto e trova la moglie al buio che sta gia’ dormendo. A quel punto pensa: “Idea!!! E se facessi la stessa cosa? Hai visto mai funziona pure con me!”. Si avvicina alla moglie, infila la mano sotto le coperte, arriva alla topa, ci infila la mano, poi la ritrae e comincia a passarsela sul viso, strofinandosi tutto. In quel mentre la moglie si sveglia, accende la luce, vede Peppino, da’ un grido spaventata e fa: “Peppi’, che hai fatto?!?! Sei cascato dal motorino?!?”.


TRIBUNALE. Il babbo accompagna il figlio in tribunale. Vedendo un avvocato indossare la toga, il ragazzo, chiede: “Papà, perché quell’uomo si veste come una donna?”.
“Perché deve parlare molto”.


Lui: “Caro, ho come l’impressione che, col passare del tempo, tu sia sempre meno dolce e delicato con me”.
Lei: “Ma tesoro, che cazzo dici, sei rincoglionita? Ma vaffanculo!”


Due donne in un parcheggio stanno affannosamente cercando di aprire la loro Mercedes con una gruccia. Tenta e ritenta non riescono assolutamente a far scattare la serratura ed aprire la portiera. Quella con la gruccia si ferma un attimo per riprendere fiato, quando l’altra, con una certa urgenza, le dice: “Cazzo, sbrigati che sta iniziando a piovere e non ho tirato su la capotte!”