Articoli marcati con tag ‘consigli’

Consigli per gli approcci

  1. Il tuo vestito starebbe benissimo sul pavimento accanto al mio letto.
  2. Scusa, abbiamo per caso frequentato scuole diverse?
  3. Perché non ti siedi qui sulle mie ginocchia e parliamo un po’ del più e del meno?
  4. Posso offrirti qualcosa da bere o vuoi direttamente i soldi?
  5. Sono nuovo qui in città. Potresti indicarmi dove si trova casa tua?
  6. Da te o da me?
  7. Se ti dicessi che hai proprio un bel corpo tu lo terresti attaccato al mio?
  8. (guardando l’etichetta del suo vestito) Volevo vedere se eri stata fatta in paradiso.
  9. Se la tua gamba destra si chiamasse Pasqua e quella sinistra Natale, mi faresti passare un bel periodo tra le vacanze?
  10. (una romantica) Tuo padre era per caso un ladro? Perché qualcuno ha rubato le stelle dal cielo e le ha messe nei tuoi occhi.
  11. Ti ho forse già visto da qualche parte? Forse non ti riconosco perché hai i vestiti addosso.
  12. Conosci la differenza essenziale tra sesso e conversazione?
  13. Mi piacciono le tue pesche, vorrei dare una scossa all’albero.
  14. Avrai le gambe stanche, visto che hai attraversato la mia mente tutta la notte.
  15. Faresti il mio buffet dell’amore? Così che potrei stenderti sul tavolo e prendere ciò che più mi piace?
  16. Posso flirtare con te?
  17. Amo ogni muscolo nel tuo corpo. Specialmente il mio.
  18. Chiamami se ti si rompe il bidet, verrò io con la lingua!
  19. Chiudi gli occhi e apri la bocca: è una sorpresa!
  20. Se mi fai un pompino ti regalo un abbonamento a Donna Moderna.
  21. Non dare retta a quelli che ti dicono che sei una troia, dai retta a me che ti ci tratto.
  22. Togliti slip e reggiseno che devo parlarti.
  23. Ti scoccia se ti scopo?

Consigli comportamentali per le donne nella vita di coppia

  1. Non chiedeteci se ci è piaciuto il film. Molto probabilmente, se alla fine del film state piangendo, la risposta è no.
  2. Non tagliate i capelli. Mai. Quando commentiamo il fatto si creano sempre litigi.
  3. Qualsiasi vestito mettiate va bene. Sinceramente.
  4. Questo vestito è fantastico. Anche quello di cinque minuti fa era molto bello. Si abbina perfettamente a tutte e due le paia di scarpe. Con la cintura o senza, sta benissimo lo stesso. La pettinatura è favolosa. Davvero. Possiamo andare ora?
  5. La maggior parte degli uomini ha due o tre vestiti, perciò cosa vi fa credere che siamo in grado di scegliere, tra i trenta che avete, il vestito che va bene con le vostre nuove scarpe?
  6. Non vi azzardate a chiederci di poter guidare la nostra macchina, anche dopo che abbiamo finito di pagare le rate.
  7. Non crediamo che ci siamo persi. Non crediamo nemmeno che sia necessario fermarsi a chiedere informazioni. E poi non vorrete dare ascolto a un perfetto estraneo: come cavolo volete che faccia a sapere dove stiamo andando?
  8. Soprattutto quando siamo in auto non mettete mai in dubbio il nostro senso di orientamento: d’ora in poi potreste aspettarvi che ci fermiamo in mezzo alla strada e vi facciamo scendere a calci nel culo.
  9. Controllate l’olio. parte essenziale della macchina.
  10. Qualche volta non pensiamo a voi. Imparate ad accettare il fatto.
  11. Se fate una domanda cui non volete la risposta, aspettatevi una risposta che non volete sentire.
  12. Piangere è un ricatto. Fatelo se proprio non potete farne a meno, ma non aspettatevi che cediamo.
  13. Se vuoi qualcosa, CHIEDILO! Mettiamo in chiaro una Cosa: noi uomini siamo semplici. Le allusioni sottili non funzionano, le allusioni dirette non funzionano, le allusioni troppo ovvie non funzionano neanche. Dicci le cose chiare, tali come esse sono.
  14. Neppure le domande a quiz.
  15. “Sì”, “No” e “Mmmmmm” sono risposte accettabili.
  16. Ciò che abbiamo detto sei mesi o un anno fa (ammesso e non concesso che l’abbiamo veramente detto) non può essere usato come argomento in una discussione. Tutti i nostri commenti dovranno considerarsi scaduti e non pùi validi dopo sette giorni: un tempo più che ragionevole dopo il quale possiamo cambiare idea (soprattutto se si considerano i 7 secondi che impiegate voi).
  17. Se qualcosa che abbiamo detto può essere interpretato in due modi ed uno vi fa incazzare, noi intendevamo quell’altro.
  18. Ogni volta che vi è possibile, diteci quello che ci volete dire durante gli spot pubblicitari e non quando tirano un rigore.
  19. Domenica: calcio / formula 1 / qualsiasi altro sport. Lasciateci in pace. N.B.: Fare la spesa non è uno sport.
  20. Abbiamo bisogno di avere il telecomando in mano per goderci appieno la trasmissione. Se quell’oggetto maledetto è stato messo da qualche altra parte, probabilmente ci perderemo tutto il programma per cercarlo, anche se qualche volta possiamo sopravvivere tenendo in mano una calcolatrice.
  21. Non è necessario che vostra madre sia la nostra migliore amica.
  22. In generale, non ci entusiasma l’idea di andare a trovare vostra madre, o che venga lei a trovarci, o di parlarle quando telefona, o comunque di pensare a lei più dello stretto necessario. Qualsiasi cosa tu abbia comperato per la festa della mamma è perfetta, non serve nemmeno che la veda. Vi siete ricordate di prendere qualcosa anche per nostra madre?
  23. Quando siamo raffreddati, abbiamo bisogno di qualcuno che si prenda cura di noi e ci porti la spremuta mentre siamo a letto a lamentarci. Voi non vi ammalate mai tanto gravemente quanto noi, quindi questo non si applica al vostro caso.
  24. Pisciare in piedi è più difficile che pisciare raso terra. E’ naturale che qualche volta sbagliamo.
  25. Imparate ad utilizzare il coperchio del WC; se il coperchio è su, abbassatelo e non rompete i coglioni!
  26. Compleanni, S. Valentino e anniversari non sono crociate per vedere se riusciamo a trovare il regalo perfetto… ancora una volta.
  27. Un mal di testa che duri 17 mesi è un problema. Andate dal medico.
  28. Il nostro rapporto non sarà mai come le prime due settimane in cui siamo usciti assieme.
  29. Non fate finta di avere un orgasmo. Preferiamo essere inefficienti che essere imbrogliati, tanto più che noi veniamo lo stesso!
  30. Assicurarci che le modelle delle riviste maschili siano create da un disegnatore vi fa apparire gelose e meschine e certamente non ci farà smettere di guardarle ancora.
  31. I modelli maschi e fustoni che vedete nelle riviste femminili sono tutti froci.
  32. Lasciateci fare i guardoni. Se non guardiamo le altre donne come facciamo a capire quanto siete belle voi?
  33. Le donne che portano il wonderbra, scollature profonde, o niente reggiseno, o T-shirt con reclame pubblicitaria all’altezza dei capezzoli, perdono il diritto di protestare se guardiamo le loro tette.
  34. Quando siamo a letto e sembriamo stanchi vuol proprio dire che siamo stanchi e non che vogliamo il divorzio.
  35. Se pensate di essere grasse, probabilmente lo siete. Non chiedetelo a noi. Portate quel vostro culone che fa provincia in una palestra.
  36. Quando volete il dolce a fine pasto, prendetelo. Non siete costrette a finirlo. Potete assaggiarne anche solo un cucchiaio. Non dovete assolutamente dire “Lo prendo / non lo prendo / non devo / mi fa ingrassare” e poi mangiarvene metà del nostro.
  37. Se fate una dieta ciò non significa che noi dobbiamo mangiare pasti da conigli.
  38. I quattro gruppi essenziali di alimenti per l’uomo sono: pastasciutta, carne rossa, fritti vari e vino rosso. Accertatevi che quando cucinate ci siano in buona quantità, tutto il resto è contorno.
  39. E, soprattutto, Potete dirci come fare qualcosa oppure chiederci di fare qualcosa, ma non entrambe le cose assieme.
  40. Domenica = Grigliata = Pizza = Amici = Calcio. E’ come la luna piena o le maree, non si può evitare.
  41. Fare shopping non è divertente, e no che non lo considererò mai una cosa divertente.
  42. Lo shopping non è sport.
  43. Siamo semplici. Non serve che tu mi chieda a cosa penso il 96.5% delle volte che facciamo del sesso. E no, non siamo dei porci, è solo la cosa che ci piace fare di più, purtroppo siamo semplici.
  44. Noi uomini siamo semplici. Se ti chiedo di passarmi il pane, per carità, voglio solo dire se puoi passarmi il pane. Non ti sto rinfacciando il fatto che non sia stato messo sul tavolo. Non ci sono secondi sensi o intenzioni contorte. Siamo semplici!
  45. Hai abbastanza vestiti.
  46. Hai troppe scarpe.
  47. No, io non so che giorno sia oggi. E non mi ricorderò mai. Segna gli anniversari sul calendario.
  48. Non imbrogliarmi. Sarà più controproducente che altro.
    ED ALLA FINE, LA REGOLA PIU’ IMPORTANTE:
  49. Non sfregare la lampada se non vuoi che il genio venga fuori.
Cerca nel sito
Archivio
Immagine casuale
116
Torna su